1 Settembre 2018

Sesso dopo il divorzio

Vota qui post

Grazie a Francesca, Ancona

Mi sono separata 6 anni fa, dopo 15 anni di matrimonio, ho un animo ferito, un’autostima minata e se anche non mi ritengo una dal fisico da modella, so di non avere quel sex appeal che tanto ammiro ad alcune mie amiche che nonostante i quaranta anni sono delle super gnocche!

Da qualche settimana ho un corteggiatore, all’inizio mi sono sentita un po’ come le signore dal macellaio: ho pensato che magari fosse un piacione patentato e io fossi solo l’ennesima vittima, ma poi iniziando a conoscerlo ho visto che non era così.

Ho iniziato a riprendere possesso del mio corpo, a scegliere i vestiti in modo accurato anche se non dovevamo vederci, ma mi faceva sentire bene sentirmi bella! Sono anche andata a farmi fare le unghie con lo smalto semi permanente, rosso ovviamente. Se dobbiamo osare facciamolo bene! Ho ricominciato a mettere i tacchi, e anche se i piedi fanno un male cane. Mi sento davvero figa! Bastava solo questo per risentirsi così? Un po’ di farfalle nello stomaco stanno contribuendo a questa trasformazione da bozzolo a farfalla!

Mi sento bene, e ho deciso che è arrivato il momento di provarci, a prescindere da come possa andare la ‘storia’ o l’avventura. Con lui voglio tenere ben in mente questa sensazione di positiva rinascita e ritrovata fiducia in me stessa e provare a lanciarmi, a lasciarmi andare a fare quello che non ho mai fatto, ad essere spontanea. Voglio provare ad essere femmina oltre che donna, amante oltre che mamma.

Siamo usciti, è venuto a prendermi a casa. Ero molto agitata perchè sapevo già dove sarebbe andata a finire la serata: in camera da letto! I bambini sono dal papà e il finale è stato praticamente preannunciato da una serie di messaggi caldi che inneggiavano all’amore e al per nulla velato erotismo. Questa cosa un po’ mi dava ansia, ma la nuova me aveva deciso di non pensarci e godersi ogni minuto della serata. Finita la cena siamo tornati da me, lui mi ha iniziato a baciare non appena chiusa la porta, le sue mani sembravano creare un campo elettrico sul mio corpo, la pelle d’oca mi pervadeva. Ci siamo lasciati cadere sul divano e io ho pensato che non avrei più guardato quel divano con gli stessi occhi. Ha iniziato a toccarmi e io mi sono sentita fortemente a disagio, con mio marito non c’era mai stato nulla di così spinto, ero impaurita e curiosa, ansimante e abbandonata. Cercavo di essere sexy, ma mi sentivo un po’ impacciata. Che sensazione strana. Ma ero io quella con la biancheria sexy che si rotolava con un uomo sul divano dove la sera si guardava la tv con i bambini?

Sentivo il calore salire lungo il collo, fino alle tempie, le labbra gonfie, il cuore che batteva all’impazzata. Nel momento in cui lui è entrato dentro di me ho pensato ‘è fatta, non sono più vergine’ quella era la sensazione. Come di riperdere una seconda verginità, l’uomo a cui avevo giurato amore eterno e che avevo pensato sarebbe stato l’ultimo con cui avrei fatto l’amore, non era più dentro al mio cuore e dentro al mio corpo. Sentivo di aver davvero voltato pagina. Mi veniva da piangere, ma ho trattenuto le lacrime per evitare che pensasse che fossi pazza. Quella notte segnò l’inizio di una nuova vita, tutto quello che era stato dichiarato finito, dimenticato, passato era ufficialmente chiuso. Mi sentii in imbarazzo dopo, non ero certo abituata a stare nuda davanti ad un uomo e così presi goffamente i cuscini del divano e coprendomi sono andata in camera a rivestirmi.

Mi sono guardata allo specchio, ho cercato di vedere se qualcosa sul mio volto fosse cambiato, avevo un volto disteso, le gote leggermente arrossate, i capelli sconvolti e ho pensato: la vita continua! Mi sono data una pacca morale sulla spalla e sono tornata di là. Ho iniziato a scrivere un nuovo capitolo della mia vita, ho iniziato a scoprire una me che non sapevo esistesse. Oggi sono curiosa di vedere quante altre cose scoprirò lungo il cammino.

 

condividi questo contenuto
Il primo amore dopo il divorzio: istruzioni per l'uso
condividi questo contenuto
Articoli correlati
3 Giugno 2022
Incidenti a scuola: di chi è la responsabilità?
27 Giugno 2024
Fine di una relazione: riprendersi cura del proprio aspetto
19 Ottobre 2023
 L’Importanza del Tempo di Qualità nella Vita dei Genitori Single