1 Settembre 2018

Crisi di Coppia: quando internet diventa la causa di una separazione

Vota qui post

crisidicoppia causacellulare

Ha fatto scalpore la recente notizia relativa alla sentenza della Suprema Corte che conferma quanto stabilito dalla Corte d’Appello di Bologna nel 2014. Chi cerca relazioni sul web, nonostante sia sposato, compromette la fiducia tra i coniugi e provoca l’insorgere di una crisi matrimoniale che può essere l’origine della separazione. Questa azione viene equiparata al tradimento vero e proprio e viene trattata come tale in sede di separazione e divorzio.

Ma com’è il nostro rapporto con il cellulare?

Cosa nascondiamo in quella scatoletta rumorosa che ci portiamo sempre dietro?

Credo che siano poche le coppie che veramente non hanno segreti tra di loro e che utilizzano senza problemi il telefono del compagno. Lasciarlo sul tavolo con lo schermo rivolto verso l’alto, non preoccuparsi di inserire il codice di accesso, non utilizzare l’impronta digitale, poter guardare senza problemi le chat dell’altro. La privacy è un diritto importante e non è giusto spiare o controllare ossessivamente la persona che amiamo ma è altrettanto vero che la sincerità e la trasparenza sono d’obbligo in ogni tipo di rapporto, ancora di più in un matrimonio.  

Ma siamo disposti ad essere messi veramente al corrente delle cose? A volte non conosciamo davvero la persona con cui viviamo semplicemente perché passano gli anni e la diamo per scontata, non ci fermiamo ad ascoltarla e ad osservarla veramente. Dovremo essere in grado anche di accettare che non abbia voglia di condividere tutti gli aspetti della propria vita solo con noi, sempre comunque nel rispetto reciproco che è obbligatorio in un rapporto sano. Personalmente preferisco essere messa al corrente, sapere che chi amo si sta interessando ad una nuova persona, piuttosto che scoprirlo all’improvviso. Quando qualcosa mi viene fatto alle spalle, la delusione è davvero tanta. Ci si rende conto soprattutto delle bugie che inevitabilmente vengono dette e dei sotterfugi che vengono inscenati. Essere presi in giro spesso amareggia più del tradimento, più o meno consumato.

Credo che siano molte le persone che utilizzano il web solo per svago, senza nessun secondo fine. Per chi invece è alla ricerca di rapporti extra coniugali possiamo individuare due tipologie distinte. Chi non è felice del proprio rapporto di coppia e cerca una valvola di sfogo, una pura evasione, un motivo per andare avanti nonostante le difficoltà, incastrato in un rapporto che non lo soddisfa più ma che  al tempo stesso non ha ancora il coraggio di affrontare. E poi chi invece ha un rapporto solido e felice ma comunque è alla ricerca di qualcosa di nuovo, di persone diverse con coi condividere altri aspetti della propria vita. Sono due modi diversi di utilizzare lo stesso strumento, che rende tutto più facile e immediato ma che porta a galla abitudini che comunque ci sono sempre state, dai tempi dei tempi. Ora si usa il cellulare, un tempo di usciva con gli amici. Forse i più furbi mettono insieme le due cose per un risultato assicurato.

Il vantaggio che il cellulare ha, rispetto ad altri mezzi, e che ormai è diventato di uso comune ed è alla portata di tutti. In più ci permette di entrare in contatto con un numero enorme di persone e questo era impensabile fino ad una ventina di anni fa. Molto spesso in rete ognuno presenta il suo lato migliore, ha una sua reputazione digitale da difendere che spesso non coincide esattamente con la persona reale. Si cerca di essere sempre un pò più belli, più colti, più interessanti, con foto ritoccate a volte anche in modo ridicolo, e se qualcuno è in cerca di nuove conoscenze il terreno sicuramente è molto fertile. I nostri figli lo sanno bene, le potenzialità sono tante, infatti spesso li controlliamo per vedere quanto rimangono connessi, mirando il loro telefono e osservando quanto postano sui social. Ma in questo vortice siamo coinvolti anche noi e se vogliamo educare loro, dobbiamo per primi farne un uso adeguato. E soprattutto dare l’esempio. Inutile metterci sul piedistallo con i ragazzi e poi passare il tempo, nascondendoci dal coniuge, a chattare con un individuo più o meno conosciuto.

Il cellulare è solo un oggetto che abbiamo a disposizione, come tanti altri. Dipende da noi l’uso che ne facciamo e il risultato che vogliamo ottenere.

facebookcrisidicoppia

condividi questo contenuto
condividi questo contenuto
Articoli correlati
3 Giugno 2022
Incidenti a scuola: di chi è la responsabilità?
27 Giugno 2024
Fine di una relazione: riprendersi cura del proprio aspetto
19 Ottobre 2023
 L’Importanza del Tempo di Qualità nella Vita dei Genitori Single